lunedì 3 novembre 2008

INIZIATIVE AL CONTRO CENT(r)O33

IL CONTROCENT(r)O VI INVITA A PARTECIPARE ALLE SEGUENTI INIZIATIVE:


3 NOVEMBRE: Cineforum: “Mio fratello è figlio unico” h 21.21

4 NOVEMBRE: Speciale Elezioni USA 2008 h 21.21 (chiesa sconsacrata di Sant'Eufrasia)

5 NOVEMBRE
: Conferenza h 14.30 (Logge di banchi - Pisa)


Matematici compatti e Sinistra per...
presentano

Sabina Guzzanti

in
SATIRA POLITICA E MEZZI DI INFORMAZIONE

6 NOVEMBRE: Conferenza h 21.21 (chiesa sconsacrata di Sant'Eufrasia)

GOVERNI E UNIVERSITA'
le risposte del mondo accademico agli attacchi degli ultimi anni

Interverranno:

- Paolo Rossi componente del CUN (Consiglio Universitario Nazionale)
- Nunzio Miraglia coordinatore nazionale dell'ANDU (Associazione Nazionale Docenti Universitari)
- Carmelo Calabrò rappresentante ricercatori precari - nodo di Pisa

a seguire dibattito



7 NOVEMBRE: Giornata di Mobilitazione REGIONALE (dalle 14:00 in poi)

Pisa diventa Aula Studio: studiamo e facciamo lezione nelle piazze della città.

INGEGNERIA : Prof. Stea e Prof. Musolini "INTRODUZIONE DELL'ARITMETICA DEI CALCOLATORI", "ESERCITAZIONI DI ELETTRONICA", "INTRODUZIONE ALL'ARITMETICA DEI CALCOLATORI Largo Ciro Menotti (Borgo stretto)

LINGUE: Prof.ssa Cella "PRESTITI STRANIERI NELLALINGUA ITALIANA" Chiesa San Michele (Borgo stretto)

LETTERE: Piazza Garibaldi

GIURISPRUDENZA: Prof. Tarchi "I FONDAMENTI COSTITUZIONALI dell'AUTONOMIA UNIVERSITARIA" Corso Italia (altezza via S. Martino)

SCIENZE POLITICHE: Prof.ssa Biancheri e Prof.ssa Di Donato "TRASFORMAZIONI SOCIALI E VIOLENZA DOMESTICA" Piazza XX settembre

MEDICINA: Prof.ssa Mariotti e Prof. Corsini: "LO SCOMPENSO CARDIACO" e "TERAPIEDELLE MALATTIE NEUROVEGETATIVE" Piazza del Carmine (corso Italia)

h. 16:30 Concentramento in PiazzaGaribaldi per un volantinaggio informativo nella città che sarà caratterizzato da interventi e riflessioni sulla sorti dell'Università italiana

h 21.21 FESTA PROTESTA presso il POLO PORTA NUOVA

8 NOVEMBRE: Riflessione in Piazza (logge di banchi) h 18:00

Il professor Adriano Podestà terrà una lezione sugli eventi che stanno sconvolgendo il mondo universitario e l'economia mondiale.
Sono invitati a partecipare tutti gli studenti ed i docenti di tutte le Facoltà e scuole Medie e Superiori di Pisa.

8 NOVEMBRE: Cineforum: “Palombella rossa” h 21.21 (chiesa sconsacrata di Sant'Eufrasia)

10 NOVEMBRE: Cineforum: “I bambini sono di sinistra” h 21.21 (chiesa sconsacrata di Sant'Eufrasia)

11 NOVEMBRE: Conferenza h 21:21 (chiesa sconsacrata di Sant'Eufrasia)

Università e ricerca: esistono alternative alla proposta del governo?

Interverrano:

- dott. Federico Olivieri repsonsabile Università del Partoto della rifonazione comunista - Pisa

- dott. Carmine Zappacosta responsabile Università del Partito Democratico - Pisa


A seguire dibattito


12 NOVEMBRE: h 21:00 (chiesa sconsacrata di Sant'Eufraisa)

Assemblea di Sinistra per...

133: manifestazione e discussione generale sul futuro della mobilitazione

12 NOVEMBRE: h 21:21 (chiesa sconsacrata di Sant'Eufraisa) CINEFORUM
UN SORRISO IN FACCIA AL MONDO, diventare grandi in Romania
Un film documentario di MArcello Cella e Fabio Rerracane. Associazione "Bambini in Romania"
Sarà presente il regista Marcello Cella

13 NOVEMBRE: h 14:00

Loro fermano il nostro futuro......noi fermiamo i loro siti.
Il 13 Novembre alle ore 14:00 partecipa al Netstrike contro uno dei siti che rappresenta coloro che vogliono sottrarci il nostro futuro, distruggere l'università pubblica e laica. Basta onnettersi al sito del Miur tutti alla stessa ora. L'eccessivo traffico blocca il server



13 NOVEMBRE: Concerto (chiesa sconsacrata di Sant'Eufrasia)
“Viaggi nella memoria. La letteratura delle radici tra musica e racconto orale”. Memorie della Terra. Racconti e canti di lavoro e di lotta del sud. Parole e musiche del Salento

14 NOVEMBRE: Manifestazione Nazionale a Roma. L’Università e la società civile scendono in piazza. Sciopero del Comparto sindacale “Università”.

Dopo il 14 Novembre, se il Governo non accoglierà le nostre istanze, il gioco si farà ancora più DURO.

19 commenti:

isabel ha detto...

Si ragazzi il gioco deve essere più duro!!! Per alzare il tiro io proporrei di proiettare almeno 2 volte al giorno "Altrimenti ci arrabbiamo" e "Attila flagello di Dio"!!! Rutto libero a fine proiezione!!!
Sarà un rutto che vi seppellirà
... e ora pubblicatelo se almeno voi siete democratici!!!

O' pappice ha detto...

Vabbuò, va.... un giorno di questi faccio una passata...

@isabel:

ch' he' passato, sorè?? :D

Guido P ha detto...

Ero venuto a vedere il film "Mio fratello è figlio unico" sperando che poi venisse fuori qualche discorso sul film o su cosa fare o su entrambe le cose insieme. Il ragazzo che ha preso il microfono però, dopo aver parlato dei soldi del pulmann per andare a manifestare a Roma e aver dato appuntamento a domani per vedere in diretta l'elezione negli USA, ha salutato tutti invitandoli in qualche modo ad andarsene. Un film preceduto da un "grazie per essere venuti" e seguito da un "adesso potete andare" voi lo chiamate incontrarsi? Che obiettivi darsi e come arrivarci è già tutto così deciso da non esserci nulla da aggiungerci? No 133 è il punto d'inizio e anche quello finale?

Oppure questa non era la sera giusta per parlare e i discorsi sono rimandati all'assemblea di mercoledì? In questo caso io vorrei dissentire, a beneficio delle prossime volte in cui diverse persone si ritroveranno lì per vedere un film. Parlare su qualcosa che si è visto insieme, infatti, è la situazione ottimale per intendersi (non nel senso di convergere su una tesi, ma nel senso di poter capire le tesi altrui). Nel momento in cui si giudica quello che fa la Gelmini o Berlusconi o il rettore o chi volete voi si applica delle categorie di lettura, si usano dei criteri per dar senso a quello che si è visto (più o meno indirettamente)fare a qualcuno. Questi stessi criteri, applicati ai personaggi del film (supposti reali) che cosa mostrano? Ne vogliamo parlare la prossima volta o è superfluo perché ognuno ha le sue chiavi di lettura e non gli importa se un altro di fronte alle stesse azioni vede qualcos'altro?

Letizia ha detto...

Non penso ci fosse nessuna volontà sbrigativa...era il primo cineforum all'interno delle iniziative del centro, per le prossime volte saremo più pronti a cogliere occasioni di dibattito. A presto

alice ha detto...

Aggiungo che nessuno, anche durante i cineforum, ha lo scettro del potere quindi si può tranquillamente intervenire per proporre.
Mi spiace che la proposta non sia arrivate direttamente dall'organizzazione.

Letizia ha detto...

hai fatto bene a dirlo alice, ognuno quando partecipa a un'iniziativa può proporre degli sviluppi. anzi, se vengono proposte iniziative di sana pianta ancora meglio, sapete dove trovarci ;)

claudio ha detto...

Giusto a titoloinformativo mi risulta che la lezione della Guzzanti sia stata anticipata alle 11:30.

Alexandros ha detto...

Claudio non so chi ti abbia fornito queste informazioni ma posso assicurare che la conferenza con la guzzanti è confermata per le 14:30 in logge dei banchi.
Prima di fornire informazioni errate cercate di documentarvi sulla veridicità delle stesse andando direttamente alla fonte e quindi al controcentro33, altrimenti si rischia di generare confusione.
Ciao

O' pappice ha detto...

Uagliù, e comm' è bbona Sabina!

alessia ha detto...

è stata una bella discussione, peccato si sentisse poco!D'altra parte si immaginava che ci fosse tanta gente e così è stato!Il 28 novembre per chi è interessato, la Guzzanti sarà al teatro di Cascina.

Blanche ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Blanche ha detto...

A parte che volevo dire a chi si occupa di leggere le mail che vi ho appena inviato una cosina! Poi voglio congratularmi con le iniziative riuscitissime degli ultimi giorni e auspicare prossimi eventi cittadini di massa. Adesso, sconceratata (e allibita e indignata ecc.) per le ultime dichiarazioni russe del Berluska (in U.S.A. hanno un Presidente giovane, bello e abbronzato) tiro giù un po' di sano gin e vado a dormire...

Guido P ha detto...

Volevo intanto manifestare il mio apprezzamento per la conferenza di ieri (6 Novembre), che ha contribuito a farmi decidere nel cominciare a stendere una proposta concreta sulla quale poi discutere con le varie anime dell'Onda. Considerato quello che vorrei mettere nero su bianco, comunque, prevedo che il parto di tale proposta sarà lungo e dall'esito non scontato.

Oltre al ringraziamento per lo spazio che avete aperto e per come lo state usando, volevo fare una domanda ai rappresentanti e ai simpatizzanti di Sinistra per. C'è tra di voi qualcuno che vorrebbe una sinistra qualitativamente diversa da quella attuale? C'è insomma qualcuno che, preso atto che i danni all'università (e non solo ad essa) sono stati fatti sia da destra che da sinistra, vorrebbe chiedere a Babbo Natale non solo una destra nuova ma anche una sinistra nuova? C'è tra di voi qualcuno abbastanza pazzo da pensare che in Italia o si cambia tutto o non si cambia nulla (come nulla è cambiato negli ultimi 30 anni di gestione dell'università, che è poi il tempo passato da quando io sono uscito dall'università di Pisa)?

Alexandros ha detto...

caro guido è da mesi che sto dando il mio contributo per tentare di creare una forza di sinistra nuova che superi i giochi di potere con un metodo limpido e trasparente.
Ci sono migliaia di difficoltà legata all'incapacità dei matusalemme della politica di capire quando è arrivato il momento di farsi da parte.

Ma perchè poni questa domanda? Sono abbastanza incuriosito.
Ciao

Guido P ha detto...

Perché, caro Alexandros, io ho una conoscenza di psicologia che consentirebbe di farlo facilmente e radicalmente.

Per acquisire questa conoscenza io ci ho messo i due mesi che è durato un corso universitario da 4 crediti e posso insegnarla a chiunque volesse conoscerla guardando con certi occhi 10 film.

Questa scoperta io la chiamo "la scoperta che mi ha cambiato la vita" e la offro da tre anni a chiunque si lamenta che le cose non vanno come lui voleva che andassero. Fino ad ora nessuno ha mai voluto conoscerla, però. Il che la dice lunga sulla reale volontà di cambiare delle persone. Dopo di che si spiega perché viviamo in una società in cui il vestito si cambia spesso, ma quello che c'è sotto non cambia mai.

Blanche ha detto...

Sottolineo, con un certo malcelato rammarico, che nessuno ha avuto la bontà di rispondere alla mia email...non che contenesse massime assolute o soluzioni univoche, era solo un piccolo, banale scritto. A mio avviso una rapida risposta è il modo corretto di procedere rispetto a chi, nel suo piccolo, cerca di dare un contributo.

Letizia ha detto...

Scusaci, miglioreremo i tempi di risposta. Sono giorni un po' concitati :)
Comunque se vuoi, se ti capita, puoi passare dal Centro a parlarne con qualcuno e lasciare un post it al muro. Non nego di essere curiosa di conoscere le tue idee. A presto!

Guido P ha detto...

Ciao Letizia (e Ciao Blanche, vedi più avanti)
non ho capito se il tuo invito a passare dal Centro per parlarne con qualcuno è rivolto a me o a qualcun altro. Se ti riferivi a me, sappi che penso di venire sia domani 10 al cineforum (insomma, si fa per dire) che dopodomani 11alla conferenza. Potrei venire prima, se qualcuno mi scrive alla mia mail per dirmi che viene prima pure lui per parlare, o fermarmi dopo l'evento.
Io parlo di questa cosa molto volentieri, anche perché quello che dico è così enorme che solo guardandosi negli occhi chi parla con me può escludere di star parlando con un pazzo o quantomeno con un esaltato.
A presto, spero.

Ciao Blanche
se l'intervento su cui ti avrebbe fatto piacere sentire dei commenti è quello in cui ti dici sconcertata, allibita e indignata per la carineria di Berlusconi, allora ci sarebbe molto da dire, ma ho paura di risultare invadente.
Cmq voglio dirti che Berlusconi è maestro in una tecnica precisa che ha uno scopo preciso (la provocazione) e alterna con abilità provocazioni di tipo seduttivo (le carinerie) a quelle aggressive (imbecille). Prenderlo con le mani nel sacco è fin troppo facile (visto che ogni parola di Berlusconi è volutamente offensiva), ma contrastarlo efficacemente no, non è facile per nessuno e direi che è impossibile per chi non è del mestiere. Il mestiere a cui mi riferisco è ovviamente quello di psicologo (per l'esattezza lo psicologo che combatte l'atteggiamento di Berlusconi, perché oltre il 99% della psicologia attuale italiana non solo non lo combatte ma lo appoggia).
E qui si torna al solito punto: la volete una psicologia che sa come si combatte l'atteggiamento di Berlusconi? Attenti prima di rispondere si, perché un po' di Berlusconi (nel senso di un po' di quell'atteggiamento negativo che caratterizza Berlusconi) è in ognuno di noi (non a caso gli italiani lo hanno eletto e gode tuttora del 70% dei consensi).
Tu lo vuoi Blanche? Non hai paura di scoprire "il Berlusconi che è in te"?

Blanche ha detto...

Per Letizia: attendo fiduciosa. Capisco che i tempi siano concitati, comprendo un po' meno se invece ci si autoghettizza dietro le solite sigle e chi "non viene al centro" non merita di avere voce e di proporre iniziative.
Non credo sia il vostro caso, ma è un modus operandi molto "politico", molto italico e molto poco produttivo.
(se posso faccio volentieri un salto, in ogni caso).

Per Guido: mi riferivo ad una mail inviata all'indirizzo preposto, non al precedente commento. Nessuna paura di scoprire il Berlusconi che è in me, anni di psicanalisi ma fanno dire con certezza che non ve ne è traccia alcuna. Ti dirò che non trovo nulla di raffinatamente premeditato in lui, fa e ci fa fare figure di merda indicibili a livello mondiale. Per non parlare della politica interna dove la sua incapacità lo farà presto implodere (perchè non può e non deve essere diversamente).